martedì 14 dicembre 2010

SONDAGGIO CULI O PAROLE SANTE?

Opto per le parole sante che copio incollo da Paoloisola. Per il sondaggio culi vi rimando sempre allo stesso blog del genio Iron Sega Man.

lunedì 13 dicembre 2010

Quanto è bello vivere senza dolore

Oggi ero indeciso se fare partire la terza semifinale del sondaggio tette o mettere una riflessione sportiva, ho deciso, per non mettere troppa carne al fuoco (tette e culi) di mettere una riflessione sportiva.
Dopo questo preambolo iniziamo il post vero e proprio.
PAOLO ISOLA fino al 21 febbraio di quest'anno,giorno in cui conseguì la 5° VITTORIA DELLA SUA LUNGHISSIMA E TRAVAGLIATA CARRIERA, gareggiava a piedi, tra enormi sofferenze, causate da una doppia tendinite ad entrambi i tendini d'achille, specialmente il tendine d'achille destro, anche se quando ho smesso l'attività podistica il più infiammato era stranamente il tendine d'achille sinistro.
Cosa vuol dire vivere con 1 o 2 tendini d'achille infiammati?
Vivere coi tendini d'achille infiammati, significa alzarsi la mattina dal letto e camminare più o meno lentamente, anche come uno zombee durante le fasi più acute.
Significa camminare per alcuni metri zoppo, per far scaldare i tendini d'achille, durante le fasi acute, i metri in cui si zoppica diventano decine o centinaia di metri, durante le fasi acutissime, si cammina sempre zoppi!
Prima dopo 2 o 3 km. di camminata iniziavo a zoppicare, durante le fasi acute, si accorciavano i tempi in cui iniziava la zoppia, durante le fasi acutissime zoppicavo sempre!
Vivere coi tendini d'achille infiammati, significa non poter fare una camminata decente in spiaggia. I primi passi si fanno zoppicando perchè il tendine o i tendini devono scaldarsi, dopo 1-2 km. si inizia a zoppicare perchè il tendine o i tendini si infiammano, durante le fasi acutissime, si zoppica sempre!
Da qualche mese a questa parte mi sono liberato di questi stramaledetti, strafottuttissimi dolori ai tendini d'achille ho solo qualche fastidio minimo minimo, quando esagero con le passeggiate in spiaggia,specialmente con le scarpe, se no ZERO ASSOLUTO. Devo dirvi che SONO VERAMENTE RINATO ANCHE A LIVELLO PSICOLOGICO! IL DOLORE FISICO, anche quello sopportabile, E' VERAMENTE LA COSA PEGGIORE CHE ESISTA, ALTRO CHE LE TEORIE COGLIONE CHE DICONO CHE E' PEGGIO IL DOLORE MORALE. Io oggi come oggi, ho il terrore di riprendere la corsa a piedi, pensando che potrei tornare nel tunnel da cui sono felicemente uscito.
Non lo so se un domani riprenderò la corsa a piedi, sicuramente aspetterò l'ok da parte del mio ortopedico di fiducia, nettamente migliore del vecchio ortopedico che mi faceva riprendere la corsa a piedi, appena guarivo dalla fase acuta o al limite sub-acuta. Il protocollo del nuovo ortopedico prevede che faccia 2 mesi di camera iperbarica, poi si vedrà come reagiscono i tendini. Comunque alla visita dall'otorino sono stato bocciato per fare la camera iperbarica,causa catarro nelle orecchie, catarro che potrebbe causare la perforazione del timpano durante una seduta in camera iperbarica. Mercoledì ho una nuova visita impediziometrica per vedere se sono idoneo a detta camera. Comunque non muoio dalla voglia di riprendere a correre a piedi, mi piace di più la mountan bike e il nuoto in mare, la mountan bike, tra l'altro, mi sembra che abbia un potere maggiormente endorfinante della corsa a piedi. Per chi non lo sapesse le endorfine sono le sostanze simili agli oppiacei che si sviluppano durante una pratica sportiva e non solo... ed è il motivo principale per cui noi che non siamo campioni facciamo lo sport, anche se molti dicono che fanno sport per motivi cosiddetti più nobili, SONO TUTTE CAZZATE!!
Voi vi chiederete, dopo tutto questo discorso che ho fatto, come mai non abbia smesso prima.
I motivi sono 2:
1) innanzitutto ero un drogato di risultati sportivi, non dimenticatevi che il SOTTOSCRITTO spesso e volentieri entrava in premiazione ed è stato il 3° UOMO in Sardegna tra gli MM40 negli 800 metri,oltre ad avere 5 SUCCESSI NEL PALMARES, e poi in inverno la corsa a piedi è uno sport quasi obbligato perchè in bici si sente freddo facilmente(ma comunque ci si può abituare) e logicamente non si può nuotare in mare (quest'anno comunque ho fatto una nuotata di circa 100 metri il 9 dicembre, ma è stata più che altro un appendice della stagione 2010, e comunque 100 metri a nuoto non sono molto allenanti).
2) non ho trovato un ortopedico che avesse il coraggio di fermarmi a lungo, a parte uno 7-8 anni fa che mi fermò per un anno e mezzo, ma poi, piano piano i dolori sono tornati.
Comunque tenuto conto che ho vinto l'ultima volta che ho gareggiato, sono più motivato a smettere, PERCHE' E' PIU' BELLO CONGEDARSI DAL PUBBLICO CON UN SUCCESSO e poi VIVERE SENZA DOLORE E' TUTTA UN'ALTRA COSA!!

1 commento:

  1. Grazie per aver dato spazio al mio blog nel tuo blog

    RispondiElimina